Statuto dell’Associazione

International Soft Skill Association

1.   Nome e sede

      A norma dell’art. 60 e segg. del Codice civile è costituita un’associazione denominata “International Soft Skill Association” con sede in Lugano. L’indirizzo è via Soree 4 a 6914 Carona/Lugano presso R. Sommerhalder.

2.   Finalità (scopo) (art. 60 cpv. 1 CC e 91 ORC)

      L’associazione ha quale fine quello di essere un polo d’eccellenza nell’ambito delle soft skills, le competenze trasversali e di diventare un punto di riferimento per le stesse in ambito nazionale ed internazionale, inteso quindi come scopo scientifico. L’associazione si occupa di promuovere, fare ricerca, sviluppare metodi e buone prassi, offrire consulenza e formazione nell’ambito delle competenze trasversali. L’associazione ha carattere internazionale in quanto si propone di includere soci di altre nazioni quali l’Italia e di operare anche in contesti internazionali.

3.   Mezzi, contributi sociali (Art. 71, 75a CC, art. 92 lett. h ORC)

      Per il perseguimento della finalità, l’associazione dispone:

  • dei contributi dei soci: i quali vengono stabiliti annualmente nell’ambito dell’assemblea sociale.
  • Contributo soci attivi: 5. – Chf all’anno
  • Contributo soci passivi: 150. – Chf all’anno

4.   Soci – ammissione (Art. 65 cpv. 1 e Art. 70 cpv. 1 CC)

      Ogni persona fisica e giuridica interessata alla finalità dell’associazione, che approvi lo statuto e che rispetti le condizioni per l’adesione attiva, può diventare socio attivo. Il socio attivo deve presenziare alle assemblee ed ha diritto di voto.  

      Ogni persona fisica o giuridica può, se rispetta le condizioni per l’adesione passiva ed approva lo statuto, diventare un socio passivo. Il socio passivo può presenziare alle assemblee tramite esplicita richiesta ma non ha diritto di voto.

      Ogni persona fisica o giuridica può diventare socio onorario se, tramite la sua appartenenza può portare valore aggiunto all’associazione.

      Le richieste d’ammissione vanno inoltrate alla direzione che esprime un giudizio provvisorio, l’assemblea sociale delibera sull’ammissione definitiva. Il socio onorario può essere invitato dall’associazione senza dover far domanda.

      Condizioni per l’adesione attiva:

  • mostrare un serio interesse per il tema delle soft skills
  • presenziare all’assemblea sociale ordinaria che si tiene una volta all’anno
  • essere in grado di portare un valore aggiunto all’associazione
  • collaborare ai gruppi di lavoro qualora sia richiesto
  • impegnarsi per la crescita dell’associazione
  • versare il contributo di adesione annua a titolo simbolico
  • essere accettati dall’assemblea sociale

      Condizioni per l’adesione passiva:

  • mostrare interesse per la finalità dell’associazione
  • sostenere l’associazione tramite il versamento del contributo sociale di sostenitore

Condizioni per l’adesione di socio onorario:

  • il socio onorario, tramite la propria persona, deve portare beneficio e prestigio all’associazione
  • il socio onorario è approvato dall’assemblea o dalla direzione
  • non deve versare il contributo sociale

5.   Cessazione dell’appartenenza

      L’appartenenza cessa:

  • nel caso di persone fisiche mediante dimissione, esclusione o decesso;
  • nel caso di persone giuridiche mediante dimissione, esclusione o scioglimento.

6.   Dimissioni ed esclusione (art. 70 cpv. 2 e art. 72 CC)

      Le dimissioni sono possibili in qualsiasi momento con il preavviso di cui all’art. 70 cpv. 2 CC. La lettera di dimissione deve essere inviata alla direzione tramite lettera raccomandata oppure brevi manu e contro firma.

      Un socio può essere escluso dall’associazione in qualsiasi momento senza fornire un motivo. I soci fondatori non possono essere esclusi. L’assemblea sociale delibera in merito all’esclusione (art. 65 cpv. 1 e art. 72 CC).

7.   Organi dell’associazione: (art. 64 CC)

      Gli organi dell’associazione sono:

  1. L’Assemblea sociale. L’assemblea sociale è l’organo supremo dell’associazione e tramite il voto delibera sulle decisioni della stessa. (art. 64 CC).
  2. La Direzione. La direzione funge da rappresentate dell’assemblea e dispone implicitamente del consenso della stessa, è autorizzata a prendere decisioni beneficiando del consenso preventivo dell’assemblea. Ogni decisione deve essere presa a fin di bene e a tutela dell’associazione in un’ottica di crescita della stessa. La direzione, per mezzo delle autocandidature, decide chi sono i candidati alla direzione in base all’apporto che i selezionati possono dare.

La direzione è costituita da un massimo di 7 membri ma almeno:

  1. Presidente
  2. Vicepresidente
  3. Segretario
  4. Fondatore
    1. Ruoli
      1. Presidente: rappresenta l’associazione. In caso di votazioni con esito pari, il voto del presidente ha valore doppio.
      1. Vicepresidente: rappresenta l’associazione. In caso di assenza del presidente lo sostituisce. In caso di assenza del presidente e di votazioni con esito pari, il suo voto ha valore doppio.
      1. Segretario: funge da contabile interno. In collaborazione con la direzione organizza le riunioni e le assemblee e mantiene le comunicazioni con i soci.
      1. Fondatore: il fondatore è colui che ha ideato e fondato l’associazione ed è un membro permanente della direzione. Non ha bisogno di essere eletto. Il fondatore può assumere il ruolo di presidente e altri ruoli sulla base delle decisioni dell’assemblea.
  5. In futuro, se necessario, e sulla base delle indicazioni della direzione, l’Ufficio di revisione incaricato (art. 69 CC).

8.   L’Assemblea sociale

      L’organo supremo dell’associazione è l’Assemblea sociale. Un’Assemblea sociale ordinaria ha luogo annualmente.

      I soci vengono invitati all’Assemblea sociale in anticipo con almeno una settimana di anticipo per iscritto tramite posta ordinaria e/o tramite email con allegato l’ordine del giorno (art. 64 cpv. 2 e 3 e art. 66 CC).

      L’Assemblea sociale ha i seguenti compiti inalienabili (art. 65 CC):

  1. Elezione o revoca della Direzione (art. 69 CC)
  2. Elezione o revoca dell’Ufficio di revisione
  3. Elaborazione e modifica degli statuti (art. 60 cpv. 2 CC)
  4. Approvazione della contabilità
  5. Determinazione del contributo dei soci.
  6. Ammissione ed esclusione dei soci (art. 65 cpv. 1 CC)

      In seno all’Assemblea sociale ogni socio ha diritto a un voto; le decisioni vengono prese con una semplice maggioranza dei voti dei soci presenti, in caso di parità il voto del presidente vale doppio (art. 67 CC).

9.   La Direzione (art. 69 CC)

      La Direzione è composta da 2 a 7 membri.

      La Direzione rappresenta l’associazione all’esterno e gestisce le attività in corso.

10. L’Ufficio di revisione

      L’Assemblea sociale nomina il revisore dei conti, il quale controlla la contabilità ed esegue almeno una volta all’anno un controllo casuale.

11. Firma

      L’associazione è vincolata dalla firma individuale o collettiva del presidente con un membro della direzione o in assenza del membro della direzione da un socio designato che finge da sostituto.

12. Responsabilità (art. 75a CC)

      Per i debiti dell’associazione risponde solo il patrimonio dell’associazione. È esclusa la responsabilità personale dei soci.

13. Scioglimento dell’associazione (art. 76 CC, art. 93 ORC)

      Lo scioglimento può in ogni tempo essere pronunciato dall’Assemblea sociale.

      Con lo scioglimento dell’associazione, il patrimonio dell’associazione va a un’istituzione che persegue la stessa o una simile finalità (art. 57 CC).

14. Entrata in vigore

      I presenti statuti sono stati accettati nell’ambito dell’assemblea costitutiva del 23.09.2019.